Malattie della pelle

Come curare i funghi della pelle: mini guida in 3 punti

Le micosi cutanee sono un’infezione comune e generalmente non grave, anche se antiestetica e fonte di disagio. I funghi sono microrganismi normalmente ospiti del nostro corpo, in particolare della pelle, che vivono in equilibrio con la flora batterica. In certe situazioni particolari, però, possono proliferare e diventare patogeni: è il caso ad esempio di stress e calo delle difese immunitarie, presenza di lesioni e ferite che possono essere infettate e cure antibiotiche. I sintomi clinici comuni sono secchezza cutanea con desquamazione della pelle, macchie sulla pelle, prurito, rash cutaneo.

Come curare i funghi della pelle?

Per prevenire e curare le micosi cutanee spesso sono sufficienti poche e semplici accortezze:

  1. Trattare l’area colpita con un antimicotico per la pelle (di solito si tratta di un trattamento ad uso topico) attenendosi strettamente alle raccomandazioni del medico curante e per tutta la durata prescritta. Ad esempio, la crema per i funghi della pelle deve essere applicata anche se i sintomi dovessero regredire e la pelle dovesse sembrare integra e in salute. Nei casi più gravi potrebbe essere necessario trattare l’infezione con un antimicotico orale, a giudizio del medico e sotto sua sorveglianza.
  2. Prestare molta attenzione all’igiene in particolare delle parti del corpo più suscettibili, cioè quelle calde e umide come l’inguine e i piedi, lavandole spesso e soprattutto asciugandole con cura. In caso di frequentazione di saune, piscine e docce della palestra, non camminare mai a piedi nudi.
  3. Preferire indumenti non stretti e in cotone o lana, traspiranti: non condividere indumenti e asciugamani con altre persone e lavarli spesso con additivi per la rimozione dei germi. Preferire scarpe comode, che non stringano, e gettarle quando troppo consumate.

ARTICOLI CORRELATI

Menu